Valens sul campo del fanalino Marsala, Kelona cerca il tris in casa con lo Sicli

handball_ball bianco e nero

Valens a Mazara, ospite del Giovinetto Marsala; Kelona in casa con lo Scicli. Le due squadre palermitane del girone E del campionato nazionale di serie A2 maschile di pallamano aprono il ritorno con queste sfide delicate per i rispettivi cammini.

Oggi alle 15,30 la Valens inaugura il turno andando a far visita, come detto, al Giovinetto Marsala. La sfida (arbitri Falvo e Nania) si gioca a Mazara (presso il palazzetto in contrada Affacciata) contro il fanalino di coda del gruppo. Un match delicato perché i padroni di casa, seppur ultimo, sono sempre in grado di vendere cara la pelle ed anche perché la matricola bagherese allenata da Roberto Accardo è in piena emergenza. Tra infortuni ed assenze legate a problemi lavorativi, i rossi registrano le assenze di Pellicane e Battaglia ma anche quelle di Pipitone, Gulotta e Persico.

Questo obbligherà coach palermitano a trovare alternative di emergenza. Quasi sicuramente farà il suo esordio Manno, 15enne, reduce da ottime prestazioni in Under 16.
Il Marsala, dal canto suo sta recuperando alcuni suoi giocatori chiave e la sfida potrebbe essere decisamente più equilibrata di quanto non dicano i numeri della vigilia.

La partita mette in palio tre punti pesanti sia per i padroni di casa che, dopo un girone di andata fatto di sole sconfitte, vogliono assaporare il dolce sapore della vittoria e mettere in cascina i primi tre punti di questa regular season, mentre i rossi puntano alla posta piena per non perdere troppo terreno dalla quarta posizione occupata dai “cugini” del Kelona che dista 4 lunghezze e che permette la qualificazione alla Poule Promozione.

Alle 18,30 tocca al Kelona scendere in campo per ospitare lo Scicli al PalaOreto di via S. Maria di Gesù (fischietti affidati a Vizzini e Guttadauro).

Contro una squadra in salute ed in ripresa, il “sette” di Ninni Aragona sarà orfano di Provenzano (per lui una distrazione muscolare), uno dei pochi veterani della squadra formata fondamentalmente da diversi Under 18 ed Under 16. Tuttavia, le Tartarughe vogliono correre ed hano nel mirino il tris di successi consecutivi dopo quelli sull’Haenna  ed in trasferta sul campo de Il Giovinetto.
Largo spazio, come sempre, alla linea verde con i fratelli Aragona, Saitta, Mazzola, Bruno, Lo Re e Mattaliano motivati e galvanizzati dal buon momento di squadra.

“Il morale è alto e la voglia è tanta di ben figurare – sottolinea Vincenzo Saglimbene, capitano delle Tartarughe – siamo in emergenza ma non ci diamo per vinti, lavoreremo come al solito lottando su tutti i palloni, poi sarà il campo a dare il verdetto finale”.