• Home »
  • Copertina »
  • Pallanuoto uomini A2 – Anteria Telimar sfida il Muri Antichi e punta alla quinta vittoria di fila

Pallanuoto uomini A2 – Anteria Telimar sfida il Muri Antichi e punta alla quinta vittoria di fila

PallanuotoattaccoZubLoCasciGalioto

Trasferta a Catania per l’Anteria Telimar. La squadra allenata da Ivano Quartuccio sarà a ospite del Muri Antichi per la sesta giornata di andata del girone Sud del campionato nazionale di serie A2 di pallanuoto maschile.
Il match si giocherà domani alle 16,30 alla piscina Zurria del capoluogo etneo.
L’obiettivo del club palermitano è presto detto: centrare la quinta vittoria consecutiva per mettere pressione al terzetto di testa.

Si riparte, così, dopo la prestazione in chiaro-scuro in casa contro la Rari Nantes Cagliari. Per questa trasferta da non prendere con le molle, il tecnico recupera i difensori Luciano D’Aleo e Gabriele Galioto. La squadra punterà a capitalizzare al massimo lo stato di grazia di Kresimir Zubcic, Fabrizio Di Patti, Francesco Lo Cascio e del portiere Alessandro Sansone.
Si aspettano nuove risposte (dicasi gol) dal nuovo acquisto Aldo Ercolano che si sta comunque inserendo sempre più negli automatismi della squadra.

Completano questo primo gruppo il secondo centro Adriano Covello, il centrovasca Alberto Andaloro ed il polivalente Giorgio Giliberti, classe ’97, che continua ad accumulare importanti gettoni di presenza in prima squadra.

Ancora infortunato, invece, il giovane difensore Antonio Tuscano, alle prese con un fastidioso strappo. Il presidente Marcello Giliberti concesso in prestito alternativo gli under 17 Massimiliano Patti e Diego Geloso alla Waterpolo Palermo per il Campionato di Serie C, ragion per cui l’organico per Catania verrà completato con il giovanissimo (classe ’99) Andrea Giliberti, alla sua prima convocazione con la squadra maggiore.
Si deciderà invece in prossimità del match se utilizzare o meno il mancino Mario Raimondo, che sta finendo di risolvere un problema alla spalla sinistra. In caso, sarebbe sostituito dall’altro ’99 Riccardo Lo Dico, che ha già esordito sabato scorso contro il Cagliari.

Sfida importante sotto il profilo del gioco, con gli avversari catanesi superiori per tecnica rispetto alla Rari Nantes Cagliari. Sarà questo il primo “classico” derby della stagione, in cui il fattore campo conterà molto.
Muri Antichi, club ben strutturato che opera in svariate discipline sportive, ben figurando negli scorsi campionati di A2, ha i suoi punti di forza nell’attaccante Aurelio Scebba, forte della sua lunga esperienza in A1, nel capitano nonché esperto centroboa Andrea Scirè, in Gabriele Indelicato e nel nuovo acquisto Marco Toldonato.
Una partita da non sottovalutare, quindi, per Anteria TeLiMar, che deve cercare di continuare a sfruttare un calendario non proibitivo, per proseguire un lungo percorso finalizzato all’accesso ai play off.

“Dobbiamo dimenticare e far dimenticare al nostro pubblico la brutta partita giocata contro la Rari Nantes Cagliari – dice il difensore del Club dell’Addaura Gabriele Galioto – la sfida di Catania è alla nostra portata, ma giocando in trasferta ci vorrà il doppio dell’impegno per portare a casa altri 3 punti fondamentali per la nostra classifica”.

Il presidente Marcello Giliberti:

“Il nostro unico obiettivo a Catania è vincere, ma la partita sarà durissima, perché i Muri Antichi, squadra esperta e di buon valore tecnico-sportivo, venderà cara la pelle cercando di sfruttare il fattore campo. Il bravo tecnico avversario Renato Caruso, che ci conosce molto bene, giocando sovente insieme nei tornei amichevoli che organizziamo in autunno a Catania, Siracusa e Palermo, cercherà di arginare con i suoi uomini di esperienza il nostro enorme potenziale offensivo basato su un’attenta regia e sulle ‘bombe’ da contromano del nostro capitano Kresimir Zubcic, sui tiri da fuori del nostro cecchino Fabrizio Di Patti, sulla potenza del nostro centroboa Ciccio Lo Cascio e sull’astuzia del nostro nuovo acquisto Aldo Ercolano, che stiamo cercando di inserire sempre di più nei nostri ben consolidati schemi tattici. Temo molto Aurelio Scebba, che è sicuramente il leader di questo bel gruppo catanese. Spero che i nostri Adriano Covello ed Alberto Andaloro, che coach Quartuccio utilizza sempre molto ed ai quali i Muri istintivamente daranno un po’ più di spazio, in questo importante match, capitalizzando tutto il lavoro fatto quest’anno, possano in acqua davvero fare la differenza. Una vittoria nella difficilissima vasca di Zurria, ci potrebbe dare nuovo ossigeno e grandi ulteriori stimoli per un Campionato di altissima classifica”.

Formazioni:

Anteria TeLiMar: Sansone, Zubcic, Galioto, Di Patti, Andaloro, D’Aleo, Giliberti, Covello, Lo Cascio, Raimondo (o Lo Dico), Ercolano, Giliberti, Adelfio – Allenatore Ivano Quartuccio.

Polisportiva Muri Antichi: Ursino, Carchiolo, Scuderi, Dato, Alessi, Toldonato. Scirè, Scebba, Zappalà, Indelicato, Sfogliano, Strano. Graziano – Allenatore Renato Caruso

Arbitri dell’incontro: Alessandro Severo e Tommaso Boccia

Enhanced by Zemanta