• Home »
  • Copertina »
  • Pallanuoto uomini A2– Anteria Telimar affonda il Cagliari e centra il poker

Pallanuoto uomini A2– Anteria Telimar affonda il Cagliari e centra il poker

Il portiere Sansone in azione durante il match col Cagliari

Il portiere Sansone in azione durante il match col Cagliari

Non si ferma l’Anteria Telimar Palermo. La squadra allenata da Ivano Quartuccio, infatti, supera la Rari Nantes Cagliari per 11-5 davanti al pubblico amico della Piscina Olimpica di viale Del Fante nel match valido per la quinta giornata di andata del campionato nazionale di serie A2 di pallanuoto maschile e centra la quarta vittoria consecutiva.
Tre punti che permettono al club dell’Addaura di mantenere la quarta posizione nel girone Sud a quota 12, in piena zona play off, ad una sola lunghezza dal terzetto di testa formato da Civitavecchia, Ortigia Siracusa e Vis Roma Nuoto tutte e tre vittoriose nei rispettivi incontri.

Al di là del punteggio, è stato un match scorbutico, con gli ospiti avanti due volte nel corso del primo quarto e con gli spettri del doppio flop della scorsa stagione (il Cagliari espugnò l’Olimpica e vinse in casa togliendo ben 6 punti ai palermitani, ndr).
Tuttavia, capitan Kresimir Zubcic e soci hanno saputo reagire ed imporre il loro gioco pur non brillando soprattutto per aver sprecato tantissime occasioni e non aver fatto grandi percentuali con l’uomo in più, fondamentale che sicuramente dovrà essere migliorato in futuro.

LA PARTITA

Avvio lento, caratterizzato da contro falli. I portieri Sansone per il Telimar, e Tanamura per il Cagliari sventano alcune occasioni ma sono gli ospiti ad andare in vantaggio con Sarnataro.
Zubcic suona la carica e trova il pareggio. Si potrebbe puntare al 2-1 ma l’uomo in più non viene sfruttato e sono così i sardi ad andare ancora in vantaggio, questa volta con Curgiolu. Pareggia ancora Zubcic prima a pareggiare e poi a siglare il rigore del 3-2 che chiude la prima frazione.

In avvio di secondo quarto, Covello fa il 4-2. L’Anteria Telimar stenta, però, in superiorità. Lo Cascio segna il 5-2 ma Calli accorcia e nel finale Sansone sventa una chiara azione da gol. Si va all’intervallo lungo sul 5-3 per i padroni di casa.

Gli ospiti in attacco, ma l’ottima prestazione in difesa degli uomini di Quartuccio impedisce ai sardi di segnare. Ercolano spreca a tu per tu con Tanamura. Ci pensa Di Patti, poi, con Cannas alla sua terza espulsione temporanea a fare il 6-3.
La Rari Nantes Cagliari non ci sta: Sarnataro segna il 6 a 4 su uomo in più, per un’incertezza di Sansone su un tiro debole. Galioto, però, sul finale del parziale realizza il goal del 7 a 4 per i padroni di casa.

Pochi secondi dopo l’avvio dell’ultimo quarto di gara, Lo Cascio realizza l’8 a 4 su uomo in più. Poi i sardi accorciano con Calli. Il quarto tempo è caratterizzato da una serie di azioni con uomo in più non trasformate da ambedue le parti.
Zubcic segna il suo quarto goal sul tabellino personale, portando Anteria TeLimar a quota 9 reti. A 2’ 6’’ ancora Anteria TeLiMar con Galioto su una splendida azione in controfuga. Sul finale Quartuccio dà spazio ai giovani. Adelfio e Lo Dico, classe ’99, quest’ultimo all’esordio. Adelfio si mette in luce tra i pali con un’ottima parata. La partita finisce con una rete di Di Patti su uomo in più.

Da segnalare le espulsioni di Cannas per i cagliaritani e Covello per Anteria TeLiMar, entrambi per tre falli.

Il presidente Marcello Giliberti ha commentato l’incontro:

“Anche quest’anno abbiamo giocato un match indecente contro la Rari Nantes Cagliari, che è rimasta in partita per oltre tre tempi. Soltanto grazie alla giornata felice di Zubcic e del nostro portiere Sansone, siamo riusciti ad acciuffare questi tre punti fondamentali per restare in alto in classifica. Pur avendo noi un organico importante, a causa esclusivamente di un approccio agonistico totalmente sbagliato, abbiamo messo in discussione un risultato sulla carta scontato, non dando grande opportunità ai nostri giovanissimi per accumulare minutaggio utile per loro in prospettiva. Onore agli amici cagliaritani che hanno giocato una bella partita, esprimendo un buon gioco di squadra. Spero che questo incidente di percorso possa servirci per il futuro. Ora abbiamo una trasferta insidiosa a Catania contro i Muri Antichi, in cui dovremo essere perfetti per fare risultato utile, indispensabile per mantenere la posizione in alta classifica”.

IL TABELLINO

Anteria TeLiMar: Sansone, Zubcic 4, Galioto 2, Di Patti 2, Patti, D’Aleo, Giliberti, Covello 1, Lo Cascio 2, Lo Dico, Ercolano, Diego Geloso, Adelfio – Allenatore: Ivano Quartuccio

Rari Nantes Cagliari: Tanamura, Coluccia, Guidi, Dore, E. Lai, Lucido, Calli 2, Sarnataro 2, A. Lai, Curgiolu 1, Marini, Loddo, Filippo Cannas – Allenatore: Dimitri Dugin.

Arbitri: Navarra e Cataldi

Parziali: 3-2, 2-1, 2-1, 4-1.

Note: Uscito per limite di falli Cannas (C) Covello (T). Superiorità numeriche: Telimar 2/10 + 1 rig., Cagliari 1/6. Spettatori 350 circa.

GLI ALTRI RISULTATI

Anzio-Roma Vis Nova 6-14
Civitavecchia-Rari Nantes Latina 12-8
President Bologna-Rari Nantes Salerno 9-8
Nuoto Catania-Roma Nuoto 23-13
Ortigia Sircausa-Muri Antichi 11-4

LA CLASSIFICA

  1. Civitavecchia 13 punti
  2. Ortigia Sircusa 13
  3. Roma Vis Nova 13
  4. Anteria Telimar Palermo 12
  5. Nuoto Catania 9
  6. President Bologna 9
  7. Rari Nantes Salerno 5
  8. Roma Nuoto 4
  9. Rari Nantes Latina 3
  10. Rari Nantes Cagliari 3
  11. Polisportiva Muri Antichi 3
  12. Anzio 0.